Rimettere se stesso al primo posto – seminario introduttivo

06 Dic
6 Dic 2012

Ciò che ora pensi di essere è solo ciò che sei diventato, è molto peggio di ciò che sei davvero. Essendo diventato ciò che sei passi molto del tuo tempo a lamentarti, a giudicare ciò che ti circonda (questo è bello, questo è brutto, questo è buono, questo è cattivo), a fantasticare sul futuro e, in definitiva, a rimandare continuamente la felicità a un tempo più o meno lontano. Eppure questo tempo non arriva mai. Guardare ciò che è significa smettere di prendersi in giro, rendersi conto che quel tempo, finché rimaniamo ciò che siamo diventati, non arriverà mai, nonostante continuiamo a raccontarci che la prossima volta sarà quella buona…

Se continui a pensare che la soluzione sia “esterna” sei ancora in periferia, in un posto in cui il mondo ti sembra simile ad un quartiere malfamato e la vita simile ad un deserto…

Il seminario vuole introdurti alla ricerca di chi sei davvero e presentarti la persona più importante eppure sempre più spesso trascurata: te stesso.

LA STANZA DEL TESORO E’ DENTRO DI TE, hai iniziato la ricerca?

Data: Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Perdersi nel labirinto della mente

19 Nov
19 Nov 2012

Forse la verità è che, nella ricerca di risposte, non hai compreso molto di ciò che hai capito o, nel peggiore dei casi, hai capito una cosa per l’altra. La quantità di informazioni non è ancora diventata energia di consapevolezza, è solo altro ego.

Questo è comprensibile, serve ancora del tempo. Il silenzio deve ancora conquistare il tuo cuore. Prediligi il parlare all’ascolto, e prediligi l’ascolto al sentire. È normale che sia così, il sentire è una proprietà del silenzio interiore.

La grande sfida è il lasciare andare ogni cosa, ogni idea, ogni attaccamento della mente, lasciare andare il passato che ci ha condotto qui, alla miseria interiore malamente celata da un bell’abito, una bella casa o da un auto nuova. Ogni volta che ti lamenti di qualcosa, ogni volta che pensi di meritare di più, ogni volta che lotti contro qualcosa, puoi fermarti un attimo e chiederti: “Perchè sta capitando di nuovo? Cosa non ho ancora compreso?”

Ogni giorno si avvicina il momento in cui dovremo mollare ancora qualcosa. È finito il tempo di prendere, è giunto il momento di restituire e viaggiare liberi e leggeri tornando ad essere chi siamo davvero, e di gioire, semplicemente, per il gusto di sperimentare la vita.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

L’illusione della vittoria e della sconfitta – desideri e obiettivi

31 Ott
31 Ott 2012

Desideri e obiettivi, e poi altri desideri e altri obiettivi, è questa la vita che solitamente conduciamo. E’ ciò che ci hanno insegnato, porsi un obiettivo di crescita e perseguirlo, cercando di ottenere il massimo risultato, il massimo successo. Ci hanno insegnato a scendere nell’arena con i nostri Ego e lottare per realizzare qualcosa. Va bene, è solo che abbiamo finito per inseguire quasi esclusivamente esperienze che danno un appagamento esteriore. Abbiamo finito per inseguire qualcosa che gli altri possano vedere e “invidiarci”. E’ in questo modo che abbiamo condannato noi stessi ad una normale infelicità.

Sono gli Ego a stabilire quali desideri debbano diventare obiettivi, Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Workshop: Fisica Quantistica e Spiritualità a Roma

24 Ott
24 Ott 2012

Date:  16 (ore 19.30-22.30), 17 (ore 10.30-19.00), 18 (ore 9.45 – 13.15) novembre

Iscrizioni chiuse

Il workshop “fisica quantistica e spiritualità” mira a portare la tua consapevolezza sul fatto che ogni aspetto della tua realtà quotidiana trova corrispondenza con i tuoi stati interni. L’idea che è il nostro mondo interno a definire i risultati che otteniamo nel mondo esterno è piuttosto diffusa tra chi si interessa a queste materie. Eppure continua a mancare la comprensione profonda di come questa idea si applichi alla propria vita quotidiana. Potremmo dire di conoscere il concetto ma non di comprenderlo profondamente e tantomeno di applicarlo.

Un’altra idea piuttosto diffusa, grazie alla letteratura che parla della Legge di Attrazione, è che con la visualizzazione è possibile attrarre a sé le esperienze desiderate. Questo è corretto ma l’informazione, ridotta in modo così semplicistico, è estremamente fuorviante, al punto che pochissimi sono realmente in grado di metterla in pratica. La domanda che dovremmo farci è: Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Giro giro tondo, gira intorno al (tuo) mondo

08 Ott
8 Ott 2012

Prova a pensare a quante sono le direzioni che si possono seguire nella vita. Ogni desiderio è una strada, ogni strada ha due direzioni. Se desideri una relazione ci saranno momenti in cui ti avvicinerai a quel desiderio e altri in cui ti sembrerà di esserti allontanato, se desideri la ricchezza, la salute, il riconoscimento o qualsiasi altra cosa, ci saranno momenti in cui ti sembrerà di esserci arrivato, altri in cui ti sembrerà di essere ancora lontano. Ogni tanto i desideri cambiano, tutto cambia per non cambiare nulla, cambiano le strade, rimangono le due direzioni.Puoi volgere lo sguardo in una direzione o nell’altra, puoi guardare avanti o indietro. Questa è la dualità, gira gira intorno al mondo che è fatto, si nutre, di dualità.

Ti chiedi se fare questo o quest’altro, se seguire questa strada o quell’altra. Eppure c’è una terza scelta, Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

La gestione emotiva della rete vendita

02 Ott
2 Ott 2012

Quando parliamo di rete vendita parliamo di persone che sono in giro tutto il giorno, promuovono prodotti e servizi. Incontrano clienti acquisiti, nuovi clienti, clienti potenziali. Il loro obiettivo é vendere e guadagnare, l’obiettivo dell’azienda è che loro portino soldi. Si organizzano contest, gare di ogni tipo, premiazioni, strategie motivazionali, qualsiasi cosa pur di rendere più produttivi, competitivi e aggressivi i venditori.

Il risultato di questa “strategia di motivazione” nel breve termine sono soldi che entrano per l’azienda, clienti mediamente soddisfatti se il prodotto è davvero utile per loro e un’apparente sensazione che le cose funzionino. Questa sensazione spinge la dirigenza ad investire ulteriormente in questi metodi e ad ampliare la rete vendita con cui, col passare del tempo e l’aumentare dei venditori, costruisce rapporti sempre più impersonali e finalizzati all’unico scopo di aumentare i ricavi per l’azienda.

L’organizzazione deve fare soldi Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Corso, con certificazione Practitioner, di Enneagramma dei tipi psicologici e PNL a Bari

25 Set
25 Set 2012

Date: 20 – 21 ottobre, 17 – 18 novembre, 15 – 16 dicembre (modulo di specializzazione: Vendite, Risorse umane, Coaching)

Invia una mail a info@antoniodelia.it o visita www.enneagramma.org

Spesso ci chiediamo come mai gli altri agiscano in modi per noi assurdi. Fanno cose che ci sembrano inspiegabili, ad esempio a volte si allontanano da noi, apparentemente senza un motivazione sensata oppure un collega agisce in modo da rovinare quasi senza accorgersene il lavoro del gruppo. In realtà ogni tipo psicologico ha un suo mondo interno tutto da scoprire, a volte è molto diverso dal nostro. Le leve che muovono e motivano i diversi tipi, ognuno con i propri sottotipi, sono forze psichiche molto forti. La loro comprensione ti aprirà un mondo totalmente nuovo di possibilità, sia nella vita personale che professionale.

Il percorso sviluppa abilità nell’ambito della comunicazione interpersonale e dei tipi psicologici attraverso un metodo didattico che predilige gli aspetti pratici e delega parte degli aspetti teorici ad un approfondimento personale.

L’obiettivo è sviluppare la capacità di:

Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Ambizione e Obiettivi (personali e professionali)

14 Set
14 Set 2012

L’ambizione ti porta a sforzarti per inseguire I tuoi obiettivi. Ciò che vuoi, però, si muove a sua volta e, sovente, cambia direzione di marcia quando meno te lo aspetti. Il rischio è di fare la fine del calciatore che gioca correndo dietro alla palla. È curioso il fatto che, nell’inseguire i propri sogni, non applichiamo gli insegnamenti che ci giungono dalle esperienze maturate in diversi ambiti, ad esempio, nello sport, in un corteggiamento o in una qualsiasi relazione. Un calciatore professionista non si sognerebbe mai di giocare inseguendo la palla, allo stesso modo un uomo o una donna con un po’ d’esperienza sanno bene che non è il caso di correre dietro al potenziale partner e, infine, sappiamo che un rapporto di amicizia è tale perché è sintonico, alla pari.

Uno sportivo, ancora prima di diventare un professionista, fa due cose fondamentali: Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

La tua passione è il tuo talento, è Il Talento

30 Ago
30 Ago 2012

Quando si parla di talento provo sempre un’emozione particolare. Credo profondamente, e lo verifico tutti i giorni, che ognuno di noi abbia dei talenti particolari. Alcuni li sviluppano fino a farli emergere con una tale forza che agli occhi degli altri sembrano doti quasi magiche, sembrano qualità assolutamente fuori dal comune. Molti, al contrario, non si occupano dei propri talenti e li lasciano morire lentamente, come un bambino a cui non viene dato da mangiare a sufficienza. All’inizio il talento s’indebolisce, per poi rimanere inattivo quasi del tutto, con conseguente impoverimento della propria vitalità interiore.

Nulla può indicarvi la strada meglio del vostro talento, questo a volte è sotto la superficie. In alcuni casi può anche essere nascosto da un difetto, da Read more →

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Dal relazionarsi alla relazione – nota breve

22 Ago
22 Ago 2012

20120823-130011.jpg
Stare insieme diventa “lo stare insieme”, relazionarsi diventa “la relazione”, così come rapportarsi diventa “il rapporto”. Ciò che era in movimento, il verbo, è stato congelato in un sostantivo, in uno schema fisso. È come fermare un video per prevelarne un’immagine rappresentativa per il manifesto di presentazione. Si ferma l’azione e subentra la staticità. È così, a un certo punto, dai “la relazione” per scontato, i giorni sembrano ripetersi senza novità.

Rinunceresti all’emozione e all’avventura di un film per la finta sensazione di sicurezza e stabilità di un semplice fotogramma? Certo che no. Eppure è ciò che fai con l’emozione del relazionarsi, in pochi mesi la congeli in una “relazione” con regole fisse e baratti l’emozionante certezza dell’incerto per un’incerta certezza senza vita, cosa che piace tanto ad un sistema che vuole e “premia” cittadini che abbiano abitudini, interessi, desideri simili, prevedibili, globalizzati.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0