Aspettative e delusioni, due facce della stessa medaglia

19 Ago
19 agosto 2018

Alla fine la vita ci mette sempre di fronte ai nostri limiti, per quanto noi cerchiamo di evitarlo. Può accadere più lentamente o più rapidamente, ma di certo prima o poi accade. Può essere con piccole cose come una incomprensione o con cose che sembrano più grandi, o anche attraverso situazioni che all’inizio sembrano addirittura belle alla mente.

Dietro ciò che vorremmo evitare c’è la parte di noi che vogliamo nascondere, anche a noi stessi. Ho osservato come molti dei nostri disagi derivino dalle aspettative. Queste ci sono sempre anche quando sembra che non sia così. Credo che le emozioni (non i sentimenti) siano prodotte principalmente dalle aspettative, positive (eccitazione) o negative (ansia, depressione…). Le aspettative sono alimentate dal vissuto del passato e di vite precedenti che hanno abituato la mente a certe idee sulla vita, in particolare su ciò che vorremmo e su ciò che vorremmo evitare. Intorno a ciò che vogliamo e cerchiamo di evitare si gioca la partita, che in realtà è persa in partenza. Infatti, anche quando otteniamo ciò che vogliamo, a un certo punto abbiamo paura di perderlo e così il gioco emotivo si rimette in moto.

Per questo si dice che le cose belle durano poco. In realtà quella frase significa che se durano poco non c’è il tempo della delusione, cioè dell’accorgersi che stai investendo in una idea che ti sei creato e non nella realtà. Chiaramente questo meccanismo scatta anche nella ricerca spirituale o interiore, ed è su questo che la parte oscura gioca per manipolarci. Ogni storia, favola o racconto degno di nota parla di questo meccanismo e cerca di metterci in guardia fin da tenera età. Il vero scopo di ogni percorso interiore è riuscire a trascendere questo meccanismo fino ad uscire dal circuito emotivo in cui la nostra mente si è rifugiata.

Ed è più complicato di quanto si possa immaginare poiché la mente sarà gradualmente messa di fronte a tutte le sue paure e resistenze, rappresentate dalle prove di coraggio che affrontano gli eroi delle storie a cui accennavo sopra. Buona ricerca (interiore).

Puoi lasciare un commento a quest'articolo o sottoscrivere i feed RSS o iscriverti alla newsletter per ricevere in anteprima tutti gli articoli nella tua casella di posta elettronica.
1 replies
  1. memi says:

    quoto … grazie …

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *