Archive for month: marzo, 2015

Il desiderio e la legge dell’attrazione

30 Mar
30 marzo 2015

“Non lasciare che la ricerca del piacere
ti distragga dalla meditazione e dal tuo stesso bene.
Va al di là del piacere e del dispiacere.
Sia cercando il piacere sia fuggendo il dispiacere alimenti la sofferenza.
Non attaccarti a nulla. La perdita di ciò a cui sei attaccato è sofferenza.
Chi non nutre attaccamento né avversione è libero.
Ogni desiderio è fonte di dolore e di paura.
Liberati dal desiderio e non conoscerai dolore né paura.”
Buddha

Solitamente cerchiamo di andare verso il piacere ed evitare la sofferenza. Questa è una illusione difficile da sradicare. È proprio facendo così che incontriamo la stessa sofferenza che cerchiamo di evitare e non riusciamo a godere del piacere che inseguiamo con tanto ardore se non per breve tempo. In realtà se ci lasciassimo condurre rimanendo attenti ai segnali arriveremmo esattamente dove il nostro vero sé vuole giungere, un luogo che la nostra mente non è in grado di prevedere o anticipare. Quando una cosa bella arriva nella nostra vita come una sorpresa allora è autentica. Solo che poi noi vogliamo ripetere quell’esperienza per rivivere quei momenti belli. Quest’ansia rallenta il cammino che ti ha portato fino a lì. Read more →

Intensivo di Riequilibrio Interiore – residenziale

24 Mar
24 marzo 2015

Se desideri, più di ogni altra cosa, aprire il tuo cuore alla vita e toccare e conoscere la verità su te stesso, scoprire chi sei davvero, preparati a ripulire tutte le tue ferite irrisolte, a buttar giù tutti i muri che la mente ha costruito per difendere ciò che, in realtà, è indifendibile … perché è proprio con la rottura del guscio (dell’ego), con la rottura dell’uovo che apparentemente ti faceva sentire al sicuro, che permetterai a te stesso di rinascere a nuova vita e mostrarti al mondo in tutta la tua bellezza.”  dal libro ciò che sei non E’

Luogo: Loiano (BO)
Date: dal 22 al 26 aprile – dal 29 aprile al 3 maggio – dal 1 al 5 giugno 2017
Tipologia: residenziale con sessioni individuali e di gruppo
Partecipanti: max 7 (numero chiuso)

Molti, da diverse zone d’Italia, dopo aver letto il libro “ciò che sei non È” ci chiedono di fare una sessione individuale per contattare la propria guida interiore e fare chiarezza nella propria vita. Sembra loro che questo contatto si possa raggiungere con la stessa rapidità di uno schiocco di dita. A volte, con persone che arrivano pronte a questa esperienza, questo è possibile. Spesso però ci si imbatte in esperienze infantili rimosse. Queste vanno fatte emergere e guarite prima di poter scendere più in profondità al proprio interno. Il muro di protezione che la mente ha eretto per proteggere il bambino dal dolore va smantellato. È al di la di quel muro che è possibile trovare il proprio sè autentico. Il nostro compito è vedere ciò che è dietro a quel muro e facilitarne la presa di coscienza e la guarigione, il tuo è aprire la tua mente e lasciarti guidare a esplorare “l’ultimo posto dove avresti mai guardato”.
Questi cinque giorni sono dedicati ad avviare in modo deciso questo processo. Solo dopo sarà possibile, in base a ciò che emerge, avere più chiarezza sui passi da compiere verso la propria liberazione interiore.
Molti di coloro che sono in ricerca passano anni a girare da un gruppo all’altro, da una metodica all’altra, da un libro all’altro. Tutte queste esperienze preparano la persona al passo successivo. Il tempo è parte del processo. Conoscere se stessi non è una passeggiata di piacere, implica attraversare esperienze, alcune volte spiacevoli, utili a smantellare le illusioni costruite dalla mente e a cui essa si è attaccata per sentirsi più sicura, più forte, più protetta.
Per info puoi scrivere a info@antoniodelia.it, prima di prenotare incontriamoci su skype.
A presto. Antonio e Maria – vedi qui il calendario eventi

Non sei solo una mente

03 Mar
3 marzo 2015

Ci piace pensare alla nostra vita come fosse un libro bianco da scrivere fornito solo della copertina e del titolo. L’idea che siamo noi a creare la nostra vita è molto in voga nella psicologia motivazionale. Questa idea da un certo punto di vista è corretta ma decisamente fraintesa. L’inghippo è che quando diciamo IO ci riferiamo solo a una parte di noi. Ci riferiamo a una parte che non ha idea di cosa possa realizzare la nostra vita, non sa qual’è il nostro posto nel mondo. Ci riferiamo alla nostra mente. Essa si forma con il nostro arrivo sul pianeta, non ha la minima idea di chi siamo davvero e non conosce le nostre precedenti esistenze sul pianeta, dal suo punto di vista noi ad un certo punto siamo nati e in un altro punto moriremo, il prima e il dopo sono un mistero per la mente. Dal punto di vista di Anima, invece, le cose cambiano notevolmente. Read more →