Archive for month: febbraio, 2015

Credere per Vedere

17 Feb
17 febbraio 2015

Arrivi a conoscere una parte del tuo Essere che non hai mai compreso davvero e questo inizia a farti vedere la tua vita sotto una nuova luce. Ti mostra tutte le volte in cui ti ha aiutato senza che tu ne fossi consapevole. Ti spiega i retroscena sul piano sottile di ciò che accadeva nella tua vita, ti svela gli schemi che bloccavano la tua capacità di orientare la tua vita in modo da sentire un pieno appagamento. Tutto questo, da un lato, sembra troppo bello per essere vero. Abbiamo vissuto nell’inganno e nella fantasia per gran parte del tempo e, quando ci imbattiamo in ciò che E’… è così diverso da ciò che non E’ a cui siamo tutti così assuefatti!

Io: “cosa erano tutti quei fumi neri sulla testa?”

Milena (in stato di rilassamento profondo): “tutti i miei dubbi”

Io: “dubbi, probabilmente su quello che stai vedendo, su ciò che è emerso nel lavoro.” Non siamo abituati a pensare alla parte spirituale come un animale, ci immaginiamo di vedere Gesù o un angelo con le ali e la spada fiammeggiante. Gli sciamani e le tribù dei nativi americani avevano invece già compreso che Spirito si mostra a noi come elemento della natura e non con un aspetto antropomorfo o con elementi artificiali tipo spade, lance, scettri o simili. Ci viene difficile credere che noi abbiamo accesso al contatto diretto con questa forza spirituale, tanto fraintesa e chiamata da alcuni anche Sè superiore, Spirito Santo, spirito guida, che è lì per ricordarci chi siamo e cosa ci siamo venuti a fare su questo pianeta. Pensiamo che solo i santi ne siano capaci. D’altro canto anche i santi, prima di diventare tali, probabilmente si ponevano lo stesso problema. Ciò che emerge dal contatto con le parti spirituali o animiche non può corrispondere alle nostre idee preconcette, quelle vecchie idee fanno parte del mondo che ci regala una normale infelicità. Continuo: “chiedi a Spirito di mostrarti ciò che non conosciamo e di vedere parte di ciò che sei chiamata a realizzare.”

Milena: “Seguo il lupo (l’animale guida), scendiamo giù da una discesa, mi mostra una Read more →

Workshop: riconosci il tuo talento e realizza la tua chiamata

16 Feb
16 febbraio 2015

La maggior parte delle persone fa un lavoro che non ama. Molte persone fanno un lavoro che pensano di amare ma non decolla come vorrebbero poiché, in realtà, non rispecchia i propri talenti naturali. Alcune persone fanno ciò che amano ma non credono in ciò che fanno e quindi tutto va a rilento. Poche persone fanno ciò che amano e diventano tutt’uno con esso, non distinguono tra lavoro e tempo libero quindi fanno la vita che hanno scelto.

  • BOLOGNA (Loiano)  –  4 settembre 2016 ore 10 – 18  – prenota ora

il workshop è dedicato a tutti coloro che:
– hanno un lavoro dipendente e si sentono in gabbia
– stanno cercando la propria strada e il proprio posto nel mondo
– hanno compreso il proprio talento ma non trovano una via per realizzarlo
– pur lavorando in proprio e facendo ciò che amano, non riescono a conquistare il successo che meritano
– hanno compreso che siamo qui per qualcosa di più che semplicemente lavorare, guadagnare, spendere!

Read more →

Giocare

01 Feb
1 febbraio 2015

“In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me.”  Matteo 18,1-5

Non diventare come bambini, cioè non entrare in contatto con Anima fino a essere uno con lei… Non so se ti sei mai chiesto come si faccia a giocare. Sembra una cosa banale, ma alcune persone non ne sono capaci. Vogliono vincere, cercano risultati. Il gioco fine a se stesso viene vissuto come una perdita di tempo. La chiave è nel lasciarsi andare, nel rilassarsi e fidarsi della vita. Riprendere a giocare a volte richiede un salto nel buio, richiede spingere al massimo le resistenze mentali, facendo azioni che vanno contro le resistenze, fino al punto di creare una piccola crepa. Di seguito il caso di Mariana.

Io: “chiedi a Spirito (animale guida: Aquila), quali sono i nodi che devi sciogliere?”

Mariana: “mi dice di andare a giocare con gli altri bambini (le altre anime). Ma io mi tengo un po’ in disparte.”

Io: “quando eri piccola giocavi con gli altri bambini, è come se potessi tornare piccola e sperimentare nuovamente quella voglia di giocare”

Pausa Read more →