Archive for month: ottobre, 2014

La legge di attrazione e l’approccio quantistico, aspetti da approfondire

28 Ott
28 ottobre 2014

Quando ci si imbatte nella Legge di Attrazione e ad un approccio quantistico alla vita, in cui è l’osservatore a determinare l’osservato, si tende ad incorrere in diversi fraintendimenti.

Il primo fraintendimento è che noi creiamo letteralmente la realtà e, vedendo la cosa dal punto di vista della mente, questo non è possibile. Ciò che noi facciamo è entrare in contatto, o evitare di farlo, con elementi preesistenti della realtà. Ad esempio, incontriamo sulla nostra strada (nel piano fisico o sottile) un imbroglione che ci fa delle promesse, tipo la possibilità di Read more →

La relazione di coppia, l’Amore, la sessualità

24 Ott
24 ottobre 2014

Molto è stato frainteso, a partire dal senso della nostra esistenza su questo pianeta. La relazione di coppia, la sessualità, l’Amore, non fanno eccezione. Non sappiamo chi siamo e perché siamo qui, come possiamo comprendere un’altra persona senza prima aver compreso noi stessi? Ma abbiamo una grande possibilità, unire le forze per arrivare a questa comprensione. L’uomo e la donna, il maschile e il femminile, si uniscono e, insieme, affrontano un percorso pieno di ostacoli per arrivare ad aprire la gabbia del proprio cuore e, partendo da lì, costruire un ponte verso il cuore dell’altro.

Di seguito l’intervista di approfondimento:

Il Talento, il Destino, la chiamata o missione di vita

21 Ott
21 ottobre 2014

Chi sono? Cosa ci sono venuto a fare su questo pianeta? Perché a volte la vita che conduco mi sembra non abbia un senso?

La risposta a queste domande non può arrivare se continuiamo a vedere la nostra vita come qualcosa che inizia con la nascita e finisce con la morte. A livello animico siamo sempre esistiti e probabilmente vivremo per sempre, è solo che a livello di mente non ne abbiamo memoria. Nelle vite precedenti abbiamo iniziato a fare delle cose, abbiamo incontrato persone, iniziato a sviluppare idee. Alcune delle cose che abbiamo iniziato non le abbiamo mai terminate, ecco che torniamo su questo piano, portando a livello coscienziale la volontà di completare ciò che è stato iniziato. Questo è ciò che chiamo il nostro destino. Solo che dal destino, dal percorso che hai scelto, si può sfuggire o, nel percorrerlo, ci si può fermare, come un bambino capriccioso che è troppo stanco per camminare ancora, per proseguire. Deviare o fermarsi equivale a condannarsi all’infelicità o una quieta routine, precludendoci la possibilità di realizzare pienamente il nostro Talento e la possibilità di rafforzare un contatto animico che ci permetterebbe di ridestare, una volta per tutte, la consapevolezza della nostra natura spirituale.

Di seguito l’intervista di approfondimento:

Il meccanismo dell’Ego

10 Ott
10 ottobre 2014

Gli Ego (sono più di uno in ogni persona) sono lì perché in passato ti hanno difeso da dolori e delusioni. Sono come dei guardiani che cercano di impedire al mondo di andare a stimolare quelle vecchie ferite mai rimarginate. Lo fanno andando a cercare dell’anestetico da applicare sulle ferite in modo da non sentirne il dolore. L’anestetico è rappresentato dagli svaghi, da meccanismi di dipendenza emozionale, dagli attaccamenti e abitudini. Attraverso questi meccanismi la persona ha la sensazione di controllo sulla realtà. In realtà controlla solo una realtà inventata costellata di paure e dubbi prodotti da quelle vecchie ferite. Un esempio di dipendenza può essere la voglia di essere sempre circondato da amici o da persone, ricevere e scrivere messaggini, avere riscontri su Facebook e così via, è il bisogno di considerazione. Un esempio di attaccamento può essere la ricerca di un certo tipo di cibi, un abitudine può essere l’idea che una persona ci chiami tutti i giorni a determinati orari o anche semplicemente il prendere il caffè tutte le mattine (senza caffè la giornata non può iniziare e storie simili, ce ne raccontiamo ogni giorno), e così via. Agli Ego si agganciano i Volador (come li chiama Castaneda), le ombre scure, pronte a caricare di paure, dubbi e false speranze il nostro quotidiano appena gliene diamo l’occasione. Di seguito la puntata radiofonica di approfondimento:

Workshop: sperimentare Amore – l’unione del maschile e femminile attraverso il rapporto di coppia

08 Ott
8 ottobre 2014

Bologna  –  Data: 3 settembre 2016, ore 10.30 – 18.30        Luogo: Loiano (BO) è possibile pernottare in struttura – prenota ora o invia una mail a info@antoniodelia.it

Il workshop è dedicato a:

tutte le coppie che vogliano comprendere cosa provoca conflitti e cosa li stia frenando nel portare il rapporto più in profondità
ai single che vogliano comprendere come riconoscere la persona la cui Anima è in sintonia con la propria
ai single che vagano da un rapporto insoddisfacente all’altro e vogliano comprendere cosa c’è dietro, cosa in loro li guida verso continui insuccessi.
alle persone che sono in coppia ma è come se fossero single (essendosi, il legame con l’altro, spezzato ormai del tutto)

Viviamo il rapporto di coppia da tre differenti prospettive, dal punto di vista di Mente, Anima e Spirito. Durante il workshop comprenderemo Read more →