Archive for month: aprile, 2013

Siamo Esseri multidimensionali – ecco come l’ho scoperto

29 Apr
29 aprile 2013

Articolo tratto dal libro: ciò che sei non E’

Questa è la mia visione del reale e autentico ricercatore del Vero: uno scienziato, un poeta, un mistico. In lui l’essere umano sboccerà fino a raggiungere la vetta suprema delle sue possibilità; in lui il potenziale si trasformerà in realtà. Fiorirà in tutti i modi, sarà un uomo multidimensionale
Osho

La verità è che ogni Umano vivente è multidimensionale ed è in molti luoghi allo stesso tempo. Anche mentre state leggendo lì seduti, parti e frammenti di voi sono in altri luoghi a fare altre cose
Kryon (Lee Carroll)

L’uomo è una trinità composta di Corpo, Anima e Spirito; tuttavia l’uomo è uno e non è certamente il suo corpo! Quest’ultimo non è che la proprietà, la veste transitoria dell’uomo
Helena Petrovna Blavatsky

Siamo Esseri multidimensionali, tante volte leggevo frasi come queste nei testi di diversi autori, eppure qualcosa sfuggiva alla mia comprensione. Di tutto questo avevo un’idea teorica e non mi riusciva di collegarla ad una qualche esperienza, se non formulando supposizioni. Quindi pensavo che forse Anima è quella parte che mi spingeva a guardarmi dentro, o forse il fuoco della ricerca era Spirito, e invece Anima era quella vibrazione nel petto, quel vortice di energia all’altezza del cuore che sentivo quando meno me lo aspettavo, di rado e senza una motivazione esteriore. Forse Anima era in quei brividi che mi spingevano fino alle lacrime mentre guardavo alcuni film biografici sui grandi uomini di fede del passato. Ma erano solo supposizioni.

Read more →

La vita procede mentre fai dei programmi (e a volte te li smonta)

13 Apr
13 aprile 2013

Viviamo due vite, alcune volte si incontrano, molte altre no. In una delle due siamo soli, o perlomeno ci sentiamo così, e pensiamo di decidere tutto noi, generalmente sentiamo che dobbiamo cavarcela da soli. La possiamo chiamare la vita della mente di superficie. Ciò che facciamo in questa vita è cercare di metterci al sicuro, cerchiamo delle sicurezze. E’ così che nascono gli attaccamenti. Ci attacchiamo a ciò che ci da sicurezza (cose, persone, situazioni). Tutto, nella nostra prima vita, gira intorno a sicurezza e stabilità. La mente di superficie è in grado di provare solo paura e sottoprodotti della paura: da un lato ansia, angoscia, timore, dubbio, dall’altro eccitazione, euforia, allegria, e altri tipi di stordimenti spesso chiamati, a torto, gioia e amore (i sentimenti sono appannaggio della mente profonda, senza un contatto con essa si vivono semplici emozioni del momento – vedi articolo precedente sul pensiero positivo). Ciò che si può facilmente osservare è che la mente di superficie non riesce a trovare pace: in assenza di emozioni positive e negative si sente semplicemente annoiata e inizia a cercare nuovi stimoli emozionali.

Il denaro e il potere hanno tanto successo nella nostra società perché

Read more →

Il pensiero positivo non ti salverà (è più forte di te, proprio non ce la fai)

03 Apr
3 aprile 2013

E’ più forte di te: sono le tentazioni del mondo. E’ l’idea che la prossima volta volta andrà meglio, che le cose sarebbero potute andare diversamente se solo avessi agito in modo differente. E’ più forte di te: cercare la felicità, la gioia, la pace nel mondo esterno. Faresti qualsiasi cosa pur di non rivolgerti all’interno ed iniziare il viaggio dell’eroe. Proprio non ce la fai a guardare dritto negli occhi ciò che sei diventato, a guardare tutto ciò che hai represso, tutto ciò che ti sei costretto a fare per essere accettato, per sentirti figo e di valore, e poco importa se i tuoi sforzi abbiano avuto più o meno successo, stai semplicemente muovendoti in un mondo illusorio; anche il successo è temporaneo, quell’eccitazione svanisce e ritorni a inseguire qualcos’altro.

E’ più forte di te: mille e una volta hai fatto la stessa esperienza eppure non vuoi guardare,

Read more →